.
Annunci online

alessandronapoli

#SubitoInPiazza

istituzioni, politica, società 24/6/2018

Mi rivolgo a coloro che rappresentano le forze di opposizione in Italia ad ogi. Mi rivolgo a Calenda, Boldrini, Bonino, Martina, Renzi e a tutte le donne e agli uomini che hanno avuto la possibilità, alla spicciolata, di dissentire con ragionevolezza al fascismo dilagante che in poche settimane si è palesato nelle nostre istituzioni democratiche.
A voi chiedo quando ci chiamerete unitariamente in una grande manifestazione di piazza?
Fondamentale, in questo momento storico, risulta la difesa della nostra democrazia da vili attacchi al cuore delle istituzioni perpetrati da chi dovrebbe garantirne la legittimità. Il sig. Salvini ha violato per due volte, al sabato sera e alla domenica mattina, le regole minime della nostra democrazia, quale quella del silenzio elettorale, sapendo inoltre di rimanere indenne. Tuto ciò da ministro dell'interno, che è la struttura amministrativa preposta a certificare la regolarità del voto. Cosa dobbiamo aspettare?
In nome della cultura che rappresenta in Italia sono stati uccisi due uomini immigrati, a Rosarno e a Milano, e due attentati preoccupanti si sono verificati a Caserta e a Napoli; non parlo poi della terribile campagna di disumanizzazione dell'apparato dello Stato, che ha visto esprimere parlamentari della Repubblica nel senso di affondare "navi pirata", quelle navi che invece salvano la vita umana. Cosa altro deve succedere?
Il nostro Paese è posto in una situazione di sudditanza di fronte alle grandi questioni internazionali e l'Unione Europea, della quali siamo fondatori, ci guarda in maniera disdegnata, qualsiasi cosa dicano al Governo. Abbiamo un presidente del consiglio fantoccio, in mano ad un despota quale si sta dimostrando il sig. Salvini, che fa schedare e segnalare tutti coloro che partecipano a manifestazioni, controllandone i materiali perchè non abbiano messaggi di dissenso al governo e alla sua persona. Cosa dobbbiamo attendere ancora?
Vi chiedo, a nome di tanti italiani disorientati, da cittadino del sud, vessato dalle mafie che blocano lo sviluppo del territorio e il progredire della società, a nome di un disabile che non ha concrete possibilità di benessere, avendo esaurito tutte le prospettive anche di autoimprenditorialità a causa di un corpo sociale sordo a certe istanze, vi chiedo da italiano che ci tiene alla democrazia di convocare una grande manifestazione popolare, per dare un segnale di risveglio anche a quegli italiani che in questo momento sono sopiti e non si rendono conto del grave pericolo per la nostra democrazia.
Dobbiamo assolutamente far sentire la voce di un'Italia differente, democratica, accogliente, antifascista, a difesa della Costituzione e delle istituzioni, europeista, antirazzista, per l'inclusione sociale e i diritti civili. O no?
#SubitoInPiazza     
Blog letto403530 volte

Categorie
tags
diversità repubblica immigrazione cultura articolo diritti politica disabilità lavoro pantarei
Link
questo blog è utile innanzitutto a me stesso, per comprendere e capire, se possibile anche comunicare. Lasciate i vostri commenti e le vostre impressioni sui contenuti! La mia è una storia tra tante, le mie sono idee e impressioni del mondo come tante. "L'Io non può vivere senza il Tu"