.
Annunci online

alessandronapoli

I rappresentanti di maggioranza del #GovernoDelCambiamento sul filo dell'irresponsabilità

ambiente, ecologia, consumo critico 28/6/2018

Visto lo stato semicatatonico di certa parte dell'opposizione, raccolgo da fonti social dei diretti interessati e vi racconto queste tre cose.

continua >>

La dimensione urbana di Lampedusa (parte 2)

ambiente, ecologia, consumo critico 27/4/2016

Se esiste una dimensione urbana, di fatto ci sarà una dimensione extra urbana. Ovvio. Quindi entriamo nel secondo aspetto, quello riferito all'ecosistema di Lampedusa. Un'isola, appunto, piccolo approdo all'estremo sud d'Europa, che geograficamente è Africa. Un'isola piccola, certo, ma che ha una sua struttura urbana. E se con la solita sufficienza pensiamo ad un borgo, un piccolo centro, dove null'altro può esserci se non solo l'approccio slow alla vita, dobbiamo in parte ricrederci perché in verità a delle sue problematiche, legate per esempio all'approvvigionamento di ortaggi e verdure. Come ogni contesto urbano dove si presenta questa sfida, anche a Lampedusa ci sono degli orti urbani. Il resto di seguito... Buona lettura.

continua >>

Un viaggio Responsabile nell'Isola di frontiera

ambiente, ecologia, consumo critico 24/4/2016

Con Sonia stiamo per intraprendere un viaggio particolare, voluto e cercato, ma ispirato da tanti sentimenti, per Lampedusa, sulle orme di una guida di turismo responsabile nell'isola. Da qui ci saranno degli aggiornamenti tramite i canali Facebook e Twitter di Turismetica, e dei post, dei pensieri, dal blog. di raccontare, e vivere, il turismo di comunità e l'accessibilità dell'isola, l'integrazione tra terra di frontiera e di accoglienza turistica, le conseguenze del turismo sull'ìecosistema isola. Per ora, a noi buon viaggio e a voi buona lettura.

continua >>

Domenica delle Palme, Passione e Resurrezione

ambiente, ecologia, consumo critico 29/3/2015

Il titolo di questo post non vi tragga in inganno, non sarà mia intenzione trattare questioni di Fede. I tre passaggi della ritualità cristiana di rito cattolico saranno usati come metafora in relazione alle vicende che la mia terra, il Salento, vive in questo periodo in cui domina l’affaire Xylella. Queste riflessioni sono da porre in relazione con la manifestazione odierna di Piazza Sant’Oronzo a Lecce, gesto spontaneo di una grande fetta di popolazione e di un insieme di realtà che vogliono affermare il diritto di salvaguardia e tutela dell’ambiente, dell’identità e della salute sul territorio. Buona lettura.

continua >>

La via Maestra.

ambiente, ecologia, consumo critico 6/2/2015

Quando l’Agenzia 3 T Service – Circuito TurismEtica – è comparsa sulla scena della mia vita e del mercato turistico salentino, l’impegno diretto come attore economico nel panorama pugliese è stato sempre volto al motto “Il corso delle cose non muterà, se non contribuiremo noi al suo mutare”. Questo slogan mi è valso come barra di navigazione, tentando ogni giorno di esprimere una coerenza di fondo rispetto ad un modo più consapevole e partecipe di intendere l’economia. Tale coerenza la rintraccio e la identifico nei principi della carta di Lanzarote, nelle linee guida del Turismo Responsabile. Perchè?

continua >>

Legalizzazione Cannabis: chissà…

ambiente, ecologia, consumo critico 16/1/2014

In questi giorni è ritornata alla ribalta la questione sull’opportunità della legalizzazione della cannabis, tema sul quale mi spendo da tempo, in maniera trasparente, apportando personali visioni della tematica. Non so se erroneamente, ma mi definisco un attivista, proprio perchè credo nella sua opportuna "normalizzazione" (e ritorna sempre...) all'interno del panorama produttivo. Di seguito cerco di porre nuovamente l'accento, con il rischio di ripetermi, ma ne parlano e ne sparlano tutti, quindi ritengo anch'io opportuno ritornarci. Buona lettura e buona riflessione.

continua >>

Un gioco serio per affermare libertà, diritti e causa antiproibizionista

ambiente, ecologia, consumo critico 26/6/2013

Già ve ne ho parlato. Gli Indivanados sono quella strana forma di attivisti politici che vanno prendendo piede sul web e sui social, twitter in particolare. E’ soprattutto una condizione, ed ognuno potenzialmente lo è! Nell’ottica delle sperimentazioni dei linguaggi e della comunicazione gli indivanados hanno fondato una relativa Repubblica (del Divano) con tutti i suoi apparati di governo e legislativo. Riferito a quest’ultimo un certo peso lo ricopre il “plaid”, pari al decreto legge, che discusso e approvato entra a far parte del “corredo”, ovvero l’impianto normativo, di regole sociali ed etiche, che questo gruppo, scalmanato ma non troppo, attivo ma non troppo, desidererebbe che governassero le loro vite. Personalmente, seguendo il linguaggio di twitter, attenendomi alle regole degli Indivanados, ho presentato come membro del Salotto della Repubblica del Divano, quello che segue, nel tentativo di portare ad un’ampia discussione le questioni legate alla normalizzazione della cannabis e all’antiproibizionismo. Se siete attratti o interessati, seguite su twitter @indivanados e proclamatevi cittadini della Repubblica del Divano!

continua >>

Inopportunità del proibizionismo: esempi di impiego della cannabis

ambiente, ecologia, consumo critico 13/5/2013

Questo post, misero ed umile, ha il compito di contribuire alla delazione sul proibizionismo verso una delle piante più bistrattate al mondo. Sorprende che, ad eccezione di alcuni paesi europei di cultura protestante, è dagli Stati Uniti che proviene in questi ultimi mesi la maggiore spinta antiproibizionista, proprio da dove nel 1937 iniziò la campagna denigratoria con il Marijuana Tax Act, che condizionò anche politiche di singoli stati durante i periodi di occupazione militare americana a seguito del secondo conflitto modniale, come in Giappone (legge proibizionista imposta nel 1948). Dagli anni ’50 in poi, a causa anche dell’intervento dell’ONU, la pianta trovò pieno posto nelle politiche proibizioniste di quasi tutto il pianeta. Questo atteggiamento “scorretto” dell’ONU verso la Canapa si concretizzò definitivamente nel 1961 con la convenzione unica sulla proibizione dei narcotici. Avverto i lettori che l’articolo è una sintesi di varie letture effettuate sulla rete, non è imprecisa, ma costituisce appunto un lavoro di sintesi. Da un motore di ricerca qualsiasi digitate cannabis o canapa e vi si aprirà un mondo! Buona lettura e svegliate le coscenze!

continua >>

Un territorio da scoprire con lentezza. Frontiere di un turismo etico.

ambiente, ecologia, consumo critico 17/9/2012

Alla fine di ogni stagione turistica, almeno delle ultime tre, mi ritrovo a fare dei bilanci. Questa volta però non voglio tirare le somme su cifre, ma gettare lo sguardo in avanti, vorrei soffermarmi su alcuni aspetti che caratterizzeranno le mie personali attività nei prossimi mesi, sempre accompagnato dal team che lavora costantemente allo sviluppo delle progettualità. Ma si viene in contatto anche con realtà molto interessanti, e una tra queste è la Cooperativa TerraRossa di Tricase, da scoprire sul sito 3tservices.it e sul nostro canale youtube, oltre che al contatto web diretto presente nella sezione link di questo blog.

continua >>

La semplicità al servizio del Futuro

ambiente, ecologia, consumo critico 23/4/2012

Stamane sono stato impegnato in un’iniziativa con le bambine e i bambini delle IV° classe elementari del Paese, con i quali abbiamo trattato alcune tematiche della Giornata mondiale della Terra, ufficialmente svoltasi ieri. Di seguito alcune brevi considerazioni e le attività che hanno visto protagonisti gli scolari e impegnate le neo-associazioni “Custodi del Salento” e “Insolite menti”, delle quali trovate il collegamento alle rispettive pagine FB nella sezione libreria dei link.

continua >>
Blog letto1 volte

Categorie
tags
cultura immigrazione pantarei repubblica diversità diritti politica articolo disabilità lavoro
Link
questo blog è utile innanzitutto a me stesso, per comprendere e capire, se possibile anche comunicare. Lasciate i vostri commenti e le vostre impressioni sui contenuti! La mia è una storia tra tante, le mie sono idee e impressioni del mondo come tante. "L'Io non può vivere senza il Tu"